Passopisciaro Rosso 2009

Il Nerello Mascalese, coltivato da sempre sull’Etna, offre il suo vino migliore se cresce sul versante del Nord. Anche in agosto sull’Etna le temperature nel pomeriggio precipitano quando scivola in basso l’aria dei 3000 metri della cima. L’altezza conferisce al vitigno la sua maturazione così tardiva, producendo vini profumati e più ricchi di antociani. La differenza minerale tra le colate laviche dà luogo a forti distinzioni nelle Contrade, che stanno diventando dei veri e propri “cru”. Questo vino viene da uve di varie Contrade tra 500 e 1000 mt slm, dalle contrade di Malpasso, Arcuria, Favazza, Santo Spirito e Guardiola.

Il tempo durante il 2009 ha agito sui nostri vini di Passopisciaro regalando loro una struttura tesa edalla trama più fitta del solito. Piogge sparse alla fine di settembre e ripetute a metà ottobre e unacrescente umidità ci hanno spinto a raccogliere prima degli altri anni in ciascuno dei diversi vignetidi proprietà che salgono a diverse altezze sul fianco nord del vulcano. Questo anticipo è all’ originedei sapori particolarmente varietali e di tenore indigeno, carnale, gradevolmente osceno,sorprendenti perché poco conosciuti da quando questa uva viene coltivata e vinificata conattenzione sull’ Etna. I vini 09 di Passopisciaro subiranno un piacevole invecchiamento per l’evoluzione della stoffa e per il bel mutamento che presenteranno gli aromi.

Nella vinificazione abbiamo interpretato i mosti con fermentazioni brevi, travasi protetti e frequenti, nessuna macerazione, recipienti grandi di cemento, poco riposo sulle fecce e nessuno sulle bucce. Prima dell’ imbottigliamento 18 mesi dopo, tutti i vini hanno avuto una leggerachiarifica per conservarne le più tipiche ricchezze in un più riuscito e lungo invecchiamento.

Le uve delle contrade Malpasso, Arcuria, Favazza, Santo Spirito e Guardiola con cui abbiamo fatto il Passopisciaro 09 sono state vendemmiate dal 25 di ottobre all’8 di novembre, salendo in quell’ordine con le raccolte, da 500 a mille metri di altezza. I vini hanno fermentato rapidamente e sono stati subito svinati e sfecciati leggermente, poi hanno cominciato l’affinamento in grossebotti da 50 ettolitri; dopo più travasi sono stati chiarificati e assemblati, ben tersi, per l’imbottigliamento 18 mesi dopo.

Zona: Versante nord dell’Etna nel comune di Cast. di Sicilia

Raccolta: Vendemmia dal 25 di ottobre all’8 di novembre

Età dei vigneti: Tra 70 e 100 anni

Densità dei vigneti: 8000 piante per ettaro

Altitudine: Tra 500 e 1100 mt slm

Fertilizzazione: Nessuna

Trattamenti: Argille, propoli, estratto di semi di pompelmo, polvere di zolfo

Vinificazione: 15 giorni in vasche d’acciaio

Invecchiamento: In botti grandi di rovere per circa 18 mesi

RECENSIONI

Join our Newsletter

Please tell us if you are Private, Trade or Media, thanks!