Passobianco 2015

L’annata 2015 è stata un’annata veloce e abbiamo raccolto prima del solito. Tra le ripide terrazze dell’anfiteatro di Contrada Guardiola abbiamo testato la maturità di ogni grappolo, terrazza per terrazza. Le uve erano molto rotonde, pallide e uniformi. Tuttavia, in alcune parti, quelle più all’interno tra le terrazze, i sapori erano ancora veramente intensi.

Durante i primi giorni di settembre abbiamo avuto due giorni di pioggia che ha rinvigorito tutto e le cose sono accelerate. Il sapore di pesca bianca è venuto fuori dalle terrazze dove da sempre per primo appare. Le uve mature erano molto più sparse che negli anni passati. Il segreto, come ormai da anni facciamo, è raccogliere piccole parcelle nelle differenti terrazze, lontane l’una dall’altra. I sapori sono cambiati velocemente, ma anche se le uve sembravano quasi dolci, gli zuccheri erano ancora abbastanza bassi.

La vendemmia è successo tra il 26 agosto e il 7 settembre. Alla fine abbiamo raccolto quasi 30mila bottiglie di succo denso e rotondo. Ogni chicco aveva la stessa forma e colore, risultato di 15 anni di viticoltura estrema con 12.000 piante per ettaro, che ha portato le piante a competere l’una con l’altra e a dividersi adesso lo stesso piccolo pezzo di terra.

RECENSIONI

Ian d’Agata, Vinous Media, 90 points

Join our Newsletter

Please tell us if you are Private, Trade or Media, thanks!